Il Motorsport Italiano fa sistema ( The Italian Motorsport Nets )


Il 13 aprile scorso una significativa rappresentanza del Motorsport Italiano si è data appuntamento a Roma, presso il NOVOTEL EUR, per il primo incontro dell’Associazione Motorsport Italia in occasione del primo ePrix di Formula E nella capitale. 

L’obiettivo dell’incontro è stato raggiunto: riscontrare interesse, argomenti e condizioni per poter sviluppare sinergie strutturate nel settore e supportarne costruttivamente la crescita organizzativa allo scopo di cogliere e generare opportunità di espansione a livello nazionale e internazionale. 

La partecipazione è stata numerosa a rappresentazione di professionisti e aziende piccole, medie e grandi che operano nel settore in termini di produzione e servizi. E’ stato utilizzato un format volto a focalizzare l’attenzione su temi utili alla valorizzazione di esperienze e competenze presenti allo scopo di rendere fattive ed efficaci sinergie nel creare un valore aggiunto concretamente riconosciuto da mercati in continua evoluzione.

Rappresentato tutto il contesto Motorsport: due e quattro ruote

Varie figure di spicco del settore a livello nazionale e internazionale hanno presentato fatti e considerazioni riguardanti tutto il contesto Motorsport dalle due alle quattro ruote. L’Ingegner Luca Marmorini ha fatto una presentazione sul tema ‘innovazione e Motorsport’ a supporto delle motorizzazioni del futuro; Gianfranco De Bellis (Direttore Generale Tatuus) ha presentato il caso del gruppo Tatuus mostrando quali siano state le scelte gestionali che hanno consentito ad una azienda di piccole dimensioni di crescere progressivamente e assumere una posizione di leadership globale nello specifico mercato internazionale di riferimento (una di queste scelte ha riguardato la partnership con un fondo di investimento che crede nell’azienda e nel settore); l’Ing. Rodi Basso (Motorsport Director della McLaren Applied Technologies) ha evidenziato opportunità legate a trend tecnologici sottolineando anche le caratteristiche di leadership necessarie a far crescere aziende in questi contesti; il Professor Riccardo Giannetti, del Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa, ha posto l’attenzione su alcuni aspetti nella gestione di costi e business model riguardanti progetti di ricerca e sviluppo evidenziando il tipo di collaborazione fattiva che il Dipartimento è pronto a instaurare; l’Ing. Roberto Canè (Electronic Systems Manager presso la Ducati Corse) ha sottolineato l’identità Motorsport che da sempre contraddistingue Ducati e come questo si rapporta a progetti di sviluppo con altre aziende di varie dimensioni; l’Ing. Raymond Voillat(Sales & Marketing Manager presso la Lemo SA) ha presentato come la Lemo, sponsor dell’incontro, crea valore nel Motorsport; Alessandro Carbonieri (CEO presso Business Motorsport Expo) ha illustrato come il Business Motorsport Expo si proponga di catalizzare specifiche sinergie e dinamiche di mercato in un contesto internazionale.

Identificare e far crescere il sistema

Le presentazioni hanno toccato vari argomenti di natura tecnica, organizzativa e commerciale con proiezioni riguardanti il breve, medio e lungo termine. Sono stati evidenziati, discussi e raccolti vari concetti chiave che saranno approfonditi a breve, in occasione di un nuovo incontro, in modo pragmatico e progettuale. L’unicità del Motorsport come fonte originale e acceleratore di innovazione (non solo per il Motorsport ma anche per altri settori come ad esempio l’automotive e l’aerospaziale) è emersa come un valore intrinseco da identificare e valorizzare; far questo facendo leva sugli aspetti che caratterizzano il contesto progettuale e produttivo italiano. L’importanza di ‘fare sistema’ è emersa come un aspetto cardine che deve nascere da un senso di identità di settore che l’Associazione si propone di catalizzare con metodo traendo ispirazione anche da esperienze che si sono già sviluppate all’estero. Come gruppo di lavoro composto da aziende, università e professionisti, sono presenti le competenze ed esperienze che hanno bisogno di essere canalizzate in modo sinergico verso obiettivi comuni volti a valorizzare al meglio tutto il potenziale del settore. Un potenziale che oggi, di fronte al susseguirsi sempre più rapido di cambiamenti regolamentari, tecnologici, organizzativi e di modelli di business, offre sempre maggiori opportunità da saper cogliere a beneficio dello sviluppo di tutti coloro che formano il sistema. 

Gli organizzatori dell’iniziativa, Francesco Sedea (Presidente di Aviorace) e Riccardo Paterni (co-fondatore di Synergy Pathways), ringraziano relatori, sponsor e partecipanti per avere colto appieno lo spirito dell’incontro volto a valorizzare competenze, esperienze ed idee di ciascuno in un clima che ha saputo rappresentare lo spirito determinato, vivace e dinamico tipico della cultura Motorsport in Italia.

Come concordato a chiusura della sessione, a breve verrà comunicata l’organizzazione di un nuovo incontro volto a strutturare gli aspetti organizzativi dell’Associazione e rendere operative fasi progettuali che faranno riferimento direttamente agli spunti debitamente raccolti il 13 Aprile.

(articolo scritto con Francesco Sedea)




NEWS & EVENTS

A pragmatic approach to business development in India for Italian Small and Medium Enterprises
On July 13, 2018 at the Florence headquarters of Bank Monte dei Paschi di Siena has taken place a seminar focusing on business development in...
Read All
The Italian Motorsport Industry ecosystem networks
On June 28th 2018, several companies from the Italian Motorsport Industry have gathered to proceed in structuring a meaningful network aiming to...
Read All